IL MIO CACCIATORE DI STELLE

Lui e’ il mio “cacciatore di stelle”.Quando e’nato l’hanno chiamato Lorenzo.E io, che le notti del 10 agosto sono sempre stata con il naso all’insù’alla ricerca di una stella cadente,l’ho immediatamente soprannominato “il cacciatore di stelle”.Ama il mare come me,soprattutto d’inverno. Guarda il cielo come me. Ormai conosce quasi tutte le costellazioni. Da piccolo,al tramonto, si sedeva con me sui gradini della mia scaletta di legno, sulla spiaggia,e mi diceva che il sole si era messo il rossetto per andare a svegliare i bimbi dell’altra metà del mondo. Ci facevamo il nostro aperitivo. Lui con il succo di frutta e le patatine,e io con la sprite.Da lontano vedevamo passare le luci delle navi, e allora lui correva dentro casa a prendere il cannocchiale per controllare “quanto” fossero grandi.Pur di prolungare il nostro aperitivo sulla spiaggia mi inventavo storie di viaggi che non avevo mai fatto.Non gli ho mai detto che le isole di cui gli parlavo le avevo viste solo nei documentari di Discovery Channel. Non gli ho mai raccontato della mia paura di volare,di prendere l’aereo. Perche’voglio che lui il mondo lo conosca davvero. E non solo attraverso la televisione…E voglio che sia lui, un giorno, a raccontarmi storie che non conosco, seduti sempre su quella scaletta di legno davanti al mare.img_4121

Rispondi